Ho il cancro. Il blog di una malata coccolata, viziata, amata, fortunata

Sincerità, a volte è tutto così semplice… (per la serie: diciamo le cose come stanno)

23 commenti

Che poi, a me, questa storia di essere rimandata per due volte di fila, non mi va proprio giù.
E mi girano le palle.

Avevo 30 anni quando mi è stato dignosticato il primo tumore. Ora ne ho 32 e sto ancora lottando.
Lo so che una o due settimane in più non cambiano niente, ma io vedo allontanare sempre di più la mia vita vera.

Tutti lavorano, guadagnano, programmano viaggi e ferie, fanno sport, coltivano hobby, si costruiscono una famiglia, comprano casa, possono programmare quello che vogliono…

Io no. Niente di tutto ciò.
E ci sono momenti come questi in cui mi girano le palle.

A volte mi sembra addirittura di non ricordare di quando lavoravo, di quando studiavo… Come se fossi sempre stata malata!
E' una sensazione strana! L'immagine che ho di me è di un'Anna Lisa che gira per ospedali o sta a letto in preda all'astenia. Faccio fatica a ricordarmi energica e piena di vita com'ero fino a due anni fa.

Eppure l'Anna vera era proprio quella lì.
E io la rivorrei tanto.

E' per questo che una o due settimane in più o in meno a me fanno la differenza.
E' un non vedere mai la fine.
E' un allungarsi della pena.
E sono due settimane in più regalate alla bestiaccia.

About these ads

23 thoughts on “Sincerità, a volte è tutto così semplice… (per la serie: diciamo le cose come stanno)

  1. Tutti lavorano, guadagnano, programmano viaggi e ferie, fanno sport, coltivano hobby, si costruiscono una famiglia, comprano casa, possono programmare quello che vogliono...No, non tutti AnnaLisa. Se ti guardi bene in giro ce ne sono tantissime di persone come me e te. Almeno noi abbiamo una speranza di tornare, un giorno, a vivere come prima se non meglio di prima. Le ali non ci sono state tarpate, sono solo fasciate per un po' di tempo per tornare in sesto un po' più in là. Cerco solo di guardare il lato mezzo pieno del bicchiere. Come qualcuno mi ha fatto notare, non è tempo perso quello usato per guarire, e io voglio crederci.

  2. Ti capsico, anche solo un'ora in più deve sembrare un lasso di tempo insopportabile nella tua situazione…Coraggio, anche in questo periodo così lungo e difficile qualcosa di importante lo hai fatto e puoi vederlo sempre sotto i tuoi… in quel vasetto di miele…

  3. @Mamiga: no, oggi non riesco a vederla così, perdonami. Lo so che c'è gente che sta anche peggio di me, lo so bene, figurati! Ma OGGI sono profondamente egoista e non me ne frega un cazzo degli altri, oggi esisto solo io, con la bestiaccia malefica che mi sta rovinando la vita e con le mie lamentele, forse inutili, forse esagerate, ma sicuramente passeggere!!! Ho 32 anni e voglio una vita da trentaduenne: voglio lavorare, avere il mio stipendio, lamentarmi delle ferie che non arrivano mai, ma programmarle quelle cavolo di ferie, programmarle come e quando mi pare e voglio andare in piscina, prendere il sole, perdere i 13 kg che la malattia mi ha portato, mettere da parte un po' di soldi dello stipendio per comparmi casa, chiedere un mutuo magari, sognare di avere un figlio, viaggiare, andare dal Mejor in Spagna o a Parigi, non rinunicare al teatro con i miei amici, fare una corsa senza avere il fiatone… Voglio una vita banale.@paluca: sì, meno male che c'è quel vasetto, l'ho tanto desiderato e ora che l'ho realizzato mi sento proprio una grande!!!! Sei pronto per farlo assaggiare a Viola?!?!

  4. Annalisa, non volevo dire che c'è chi sta peggio, quello da ai nervi anche a me quando me lo dicono. Cercavo solo di farti vedere il lato positivo. tutto qui, non prendertela. Poi è ovvio, anch'io ho i miei giorni in cui manderei tutto a quel paese, mi chiuderei in camera sbattendo la testa contro il muro o nascondendomi sotto alle lenzuola, giorni in cui piango il piangibile e me la prendo con tutto quello che mi sta attorno, soprattutto con la vita che mi ha dato l'ennesima legnata in meno di un anno e la sta facendo pagare anche a mio figlio che porello non c'entra niente. Ci mancherebbe, è giusto così, non siamo fatte di ferro. Il mio intento era solo quello di farti sentire meno sola, se può servire. Hai tutto il diritto di sfogarti.

  5. Hai ragione, niente d accepire. E' una malattia strana che ti trasforma, ti rende più consapevole del mondo e delle persone che ti circondano, ma a volte fa anche degli schierzi, avolte fa emergere la persona profondamente egoista che alberga in tutti noi, e quella persona giustamente rivendica tutto quello che gli è stato tolto e che mai più verrà restituito, a quella persona non importa nulla di quello che succede attorno a lei, di coloro che stanno peggio, quella persona vede anche chi sta meglio di lei e, forse, non se lo merita e non lo apprezza.

  6. un bacio forte e grande…e fai bene ad incazzarti eccome! 

  7. hai ragione, hai pienamente ragione ad essere incazzata e arrabbiata, eccchecavolo!!!!!!prima le piastrine poi i glubuliB fffffffffff….. hai ragione ogni minuto in più che dura questa lotta sembra un minuto perso, anzi è un minuto perso!piesse: mangiati un bel po' di miele…… vedrai come saliranno i globulini…smuak

  8. Sai cosa ti dico?Hai ragione!!!!Penso che nonostante tu abbia molta forza di volontà e voglia di vivere, di ridere, questi momenti siano più che comprensibili.Capitano a tutti i momenti di sconforto, ma a te più che mai sono "dovuti".Perchè va bene sentirsi positivi e forti però se uno vuole incazzarsi e odiare tutto e tutti ha il diritto di farlo.Ecchecavolo!(e non vorrei essere volgare ma un bel vaffa alla bestiaccia me lo concedi?).Hai dovuto aprire forzatamente una parentesi nella tua vita e mettere da parte (non cancellare) un po' di cose che ti caratterizzavano, posso solo immaginare la tremenda voglia che hai di chiudere questa parentesi.Un abbraccio grande ammaliaapi, tieni duro, io faccio il tifo per te!Gin

  9. Ciao Anna Lisa, sono tua lettrice da tempo, anche se non ho mai commentato, e dal tuo blog si capisce che sei una ragazza meravigliosa, piena di vita, di slanci e di interessi. Per questo credo sia doppiamente difficile per te dover mettere in stand-by la tua vita e non poter progettare nulla, anche se il tempo dedicato alle cure non è certo tempo sprecato.La questione del lavoro però potrebbe essere risolvibile: visto che le proposte non ti mancano, se volessi ricominciare a lavorare potresti avvalerti della 104 per prendere i permessi necessari, è un tuo diritto.Ma è un tuo diritto anche incazzarti e sentirti defraudata da tutta questa storia.Ti abbraccio forte, complimenti per il blog.Linda

  10. Hai ragione. Naturalmente questo non consola. Si entra in un mondo di ingiustizia quando ci si ammala. E il brutto e' che intorno a te tutti sembrano sani, liberi e anche un po' antipatici perche' stanno li' a lamentarsi di cose davvero stupide, ma stupide stupide. Ma a guardar bene anche in questo c'e'  un piccolo errore di percezione: siamo tutti immersi in una navigazione assai perigliosa e ogni giorno passiamo dal sentirci molto toccati da cose assai banali a combattere con problemi grandi come grattacieli. Quando ci penso mi dico, cara Anna Lisa,  che l'importante e'  essere in grado di fare tutto questo. Di incazzarsi tanto e di urlare il nostro diritto a stare bene. E a fare un buon miele con un buon compagno di vita e di smielatura. Ti abbraccio Rosita

  11. Che dirti Anna Lisa ?Hai ragione….. ma l'hanno già detto tutti…….Uhmmm sto pensando a qualcosa di originale da dirti…ma davvero proprio non mi viene!!!Dunque, mi adeguo anche io….a dirti :HAI RAGIONE, HAI TUTTE, PROPRIO TUTTE LE SACROSANTE RAGIONI….ma almeno lascia che te lo dica con un sorrisino…Ti abbraccio fortissimo….e lascia che ti dica anche :sei grande Annalì…CiaoA.C.P.S. al mio vecchio post : giobbare : "fare il furbo"

  12. Attenzione a fare certe promesse ai bambini… guarda che Viola è golosissima di miele!!! Sicuramente è in programma in autunno un salto dalle vostre parti a trovare la Zanzara e famiglia e per quell'occasione preparate una visita al sito alveario e soprattutto tanti vasetti di buon miele… oh, naturalmente te li paghiamo tutti!!!

  13. quando ho saputo di questa nuova battaglia che dovevi intraprendere mi si è stretto il cuore per questo motivo. perché so esattamente cosa provi e anche se non fa uno straccio di differenza che ci sia qualcuno che ti capisce così bene, avrei tanto voluto che non dovessi affrontare questo legittimo, sacrosanto, gigante, assoluto, GIRAMENTO DI PALLE!poi penso che sei una di quelle più attrezzate per affrontarlo alla grande e uscirne presto e bene. ma mi dispiace.ti voglio bene e ti mando un abbraccio gigante (anche se, con le nostre reciproche palle roteanti, può essere difficile ;))

  14. io mi permetto di dirti una cosa, anche se si rischierò di sbagliare, poiché non ti consoco o non avrò forse una sensibilità abbastanza elevata ….. a proposito del confronto con gli altri, di come vediamo al vita degli altri.te lo dico eprché ho sofferto e soffro di depressione, e spesso quando ho crisi negative mi sento come trascurata dal destino, come vittima di una sorte immeritata ……… quindi comprendo che dietro la sofferenza si fanno scatti di rabbia, verso ciò che ci è capitato, rabbia di ingiustiziae mi incazzo e dico che vorrei mandare a fan culo questa vita che sembra mi ignori ………ma poi dopo, mi rendo conto che non ho fatto altro che mettere la mia mente, non solo sul negativo, ma anche su idee che io mi creo,ti assicuro, che la vita degli altri, non solo ….. anche quella che si vorrebbe poi non è così quel rosa che ci immaginiamoanch'io dicevo: avrò figli: poi non ci sono, e la vita è diversa da come me la immaginavoquesto forse ora non è richiesto dalla tua sensibilità, perché ha voglia di sfogarsi. ma spesso vedo che ti confronti con ciò che dici di aver perso, rispetto agli altri, rispetto a come sarebbeio credo che, con vari gradi la vita di tutti è così, non fa bene alla nostra mente immaginare che gli altri hanno figli, o programmano di comprare case, o di andare in vacanza … ecc ecc e vederli tutti feliciè ciò che immaginiamo quando non lo abbiamo, ma non è affatto cosìdovresti spostare la tua mente solo sul dirti che non è affatto come credi tu la vita degli altri

  15. hai ragione,poco da dire,hai ragione,tutti i soldi del mondo non possono dare la felicita' di poter dire "oggi tutto bene"Stare male,vivere malati,perennemente,24 ore su 24 e non poter uscire,non poter incontrare persone,convivere con farmaci che stordiscono e rincoglioniscono,non sapere cosa sono le vacanze,lo svago,le ferie,i viaggi,i progetti,tutto questo stanca,sfianca,incattivisce,azzera l'autostima,rende di malumore e si finisce per diventare fantasmi che vagano senza una meta.Hai detto una cosa vera,si finisce per scordarsi di quando si stava bene,si vinisce per non vedere la fine,si finisce per credere che andra' sempre peggio.Si perde la fiducia e la voglia.Ci vuole coraggio e voglia di dire "andiamo avanti",tu ce l'hai,non so se pensare sia fortuna,non so sinceramente cosa pensare

  16. @Mamiga: hai ragione, capisco perfettamente quello che volevi dirmi, è solo che ieri m'era presa così e non m'importava niente di niente. I'm really sorry!@ziacris: sì, ma dura poco!!!@sononera: ricambio il bacio… incazzatissimo!!!@fatafundalia: eh sì, una bella cura di miele è proprio quello che ci vuole!@Gin: continua a tifare… ce n'è un gran bisogno!@Linda: lavorare ora è impossibile! Faccio la terapia il lunedì e il giovedì e sto male uno o due giorni dopo la terapia. In teoria l'unico giorno buono è la domenica (sia ringraziato il Cielo!)… INFATTIBILE!Grazie per le tue parole e per i complimenti! Un bacio, cara Linda.@Rosita: e meno male che c'è Qualcuno e il nostro miele!!!!@ilmiopeignorante: sono grande?!?! Naaaaaaaa, niente affatto, fidati!@paluca: non vedo l'ora di vedervi!!! :-D@widepeak: sei una delle poche che sento veramente vicina e che ha il privilegio di potermi dire qualunque cosa senza darmi fastidio!!! So che capisci e so che per te è ancora più dura che per me perché hai da gestire e accudire un'intera famiglia. Io non sarei in grado. E ti ammiro per questo. Però so che anche a te girano… eccome!!! E mi consolo, perché siamo in due!!! Siamo in due a sapere, capire che cosa vuol dire. Ti voglio bene anch'io.@michiamoromina: non ho mai detto che la vita degli altri è serena, tranquilla e felice. Ognuno ha o ha affrontato il dolore, no? Ok, ci sto. Io dico solo che ci sono alcune cose tangibili, visibili, concrete che vedo a TUTTI fuorché a me: il lavoro, la casa, lo stipendio, i figli, le vacanze, l'abbronzatura, il mare, i soldi… la salute!!!! Tutto qua…@magrassa: certo che ANDIAMO AVANTI!!! Solo che ogni tanto si incontrano giornate un po' così…

  17. Ci sta tutto, cara…Poi vedo il post di oggi e capisco quanto siano straordinarie le tue risorse interiori, e mi viene ancora più voglia di abbracciarti…:-*

  18. I tuoi momenti di down e di incazzatura sono stramotivati.Molto di quello che avrei voluto dirti è già stato scritto nei commenti (arrivo sempre tardi)…ma intanto dedicati allo shopping che dovrai essere strafi'a per noi! Un abbraccio ENORME

  19. Prendila così: state e stai facendo un gran bene alle persone fortunate come noi che vi leggiamo e che vi vogliamo bene… Certo, io sto contando di giorni per arrivare alle ferie (ma nessun viaggio…e chi se li può permettere!!!), ma credimi che conoscendovi ho imparato ad accontentarmi molto di quello che ho, a gioire delle piccole cose, a vivere giorno per giorno, a "sentire" di più le persone che mi stanno attorno. Ci avete regalato una sensibilità che poco per volta vorrei fare mia…. State crescendo, tutto sommato, e quando la bestiaccia se ne sarà andata sarete delle ottime persone, soprattutto "di testa"….Ti auguro di tutto cuore che quel momento brutto se ne sia già andato!!!!Lara

  20. va beh, come se non avessi detto nientese uno è incazzato col suo destino lo capiscose uno dice: a tutti fuor che a me lo trovo profondamente erratoio non ho figili, per anni non ho avuto una lira neanche per prendere il treno per andare al mare, sono stata a letto per malattia da zero a sei anni; intanti non hanno lavorosii incazzata col tuo destino, ma inutile visionare come in un sogno che tutti hanno meno che teo forse quelli che hai intorno tu hanno tutto …..

  21.  Carissimo/a michiamoromina ma come sei messo?ricorda sempre che se ciò che hai da dire non è più importante del silenzio è meglio tacere!!

  22. Uh….che stupida!Per anni ho creduto che di depressione non si morisse.Mi sbagliavo, evidentemente.Perchè in questo caso la depressione ha ucciso. I neuroni di qualcuno però!!!!!

  23. Ciao AnnaLisa,  mi son ritrovata in quello che scrivi… tu parli della "tua vita vera" ed io ho ricordato di quando mi han detto del tumore, di come tutto si è concentrato sul capire e sul come affrontare quello che io chiamo problema.., ogni tanto però trasalivo..e mi chiedevo .." e la mia vita? dove è la mia vita di prima?" e mi vedevo come sdoppiata..come se fossimo due persone diverse. E' capitato tutto meno di un'anno fà, quando a 34 anni stavo finalmente facendo progetti di lavoro e di vita…e tutto sembrava prendere una buona piega..poi di colpo tutto è andato male! quelli che credevo amici ..e colleghi di lavoro..han parlato di sfortuna..e dopo poco son spariti. Io direi che non aver amici è una sfortuna. Te parli di giramento di palle..beh in quanto a rabbia..ne ho accumulata una quantità…ed ancora devo trovare la strada per sfruttarla in maniera costruttiva e non distruttiva. Secondo me un pò di egoismo propio ci vuole..se non si pensa solo a se stessi quando si ha un male che tenta di ucciderti!? io direi che più che egoismo è istinto di sopravvivenza..non consola sapere che c'è chi stà peggio. A me è capitato un tumore? Beh..per me..e per la unica vita che ho..è una cosa gravissima..non ci sono paragoni che tengano!Elena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 43 follower