Ho il cancro. Il blog di una malata coccolata, viziata, amata, fortunata

Sono una donna, non sono una santa

19 commenti

Oggi sono stata dalla ginecologa.
Avevo appuntamento alle 16, ma come al solito, fino alle 18 non sono entrata.
In sala d’aspetto c’erano altre sei o sette donne. Le ho osservate. E le ho invidiate.
Sì, adesso sto attraversando il periodo nero. Come Picasso, anch’io ho i periodi dei colori. Solo che il mio nero non è per niente artistico, ma è solo caratterizzato da invidia allo stato puro. Che fra l’altro è un peccato capitale, o sbaglio? Andrò all’inferno? Eppure tutti mi dicevano: "vedrai che la malattia ti farà diventare una persona diversa, migliore…".
Mah… non mi pare!!!

Ho invidiato il pancione di una ragazza, credo mia coetanea, perché io non so se potrò mai avere dei figli.

Ho invidiato il seno di una madre che allattava il suo bambino, io non potrò MAI farlo.

Ho invidiato i capelli lunghi e lucenti di un’altra ragazza, io ho in testa la mia Amicabionda e sotto di lei sta nascendo un tappetino di moquette inguardabile.

Ho invidiato il fisico asciutto e longilineo di una ragazzina, il mio è devastato da mesi di cortisone, da undici cicli di chemio e dalla menopausa.

Ho perfino invidiato una ragazza che aveva l’alone di sudore sotto l’ascella sinistra perché io non lo potrò più avere!!! No, non sono certo diventata una persona migliore…

Annunci

19 thoughts on “Sono una donna, non sono una santa

  1. non dire cosi ti prego l importante che stai bene il latte si vende in farmacia non sara un problema ciao

  2. ma tu sei G1,G2 o G3?

  3. Sei umana,
    Figliaminore

  4. anche io sono umana e proprio per questo mi sono beccata un bel G3

  5. Certo… sì sì… proprio una pessima persona… già già…

    Che faccio, inizio il mio elenco delle persone che invidio o facciamo pari e patta e continuiamo a fare del nostro meglio, che dici? 😉

  6. PS: sempre trovato le donne moooooooooooooooooooolto più interessanti delle sante… sai che palle con le sante? 😛

  7. A parte il fatto che non c’avevi proprio nulla da migliorare perchè a me m’andavi proprio bene. Uno.

    Due. Io ti ho sempre invidiato la voglia di ridere sempre e comunque, la simpatia, quelle battute sempre pronte come quella del righello all’Università te la ricordi? (“Anna passami il righello!””Che ci devi fa’””Come che ci devo fa’! Passami il righello, forza! Che ci dovrò fa’ secondo te!””No perchè se ti serviva per scaccolarti non te lo davo”!), gli amici, la marea di amici che hai sempre avuto (ma no amici per dire, AMICI AMICI VERI). E ti ho sempre invidiato la Mamy, la zia R e lo zio G e anche la cugina F! Lo so che non ti consola, però ecco te lo volevo dire… Ora che ci penso un pochino ino ino ti invidio anche la Signorina!

  8. Come no? lo sei lo se..pensa che c’è gente che passa la vita ad invidiare senza motivo!
    tu hai avuto una malattia che ti ha davvero invaso la vita e pure il fisico…
    e sei umana.
    non arrabbiarti con te stessa!

  9. Per l’alone di sudore poco male, no? 🙂 I capelli stanno tornando… e per il fisico… vedere il proprio cambiare indipendentemente dalla propria volontà deve fare un male indescrivibile (soprattutto per una donna), ma c’è chi è obesa patologicamente e la femminilità se la può solo lontanamente sognare. Certo… sono consolazioni del piffero, lo vedo anche io. E quella della maternità è una croce vera e propria. Ma sei ancora una donna, lo sei magari molto più di tante altre donne che non hanno il cancro. La sensualità è soprattutto un atteggiamento, e a meno che non tu non sia deforme, c’è a prescindere dall’aspetto fisico. E il tuo spirito, la tua carica e la tua ironia sono sensualità allo stato puro. Il corpo… ci vuole, ma l’importante non è la sua forma esatta… ma lo spirito con cui lo porti. Questa è una lezione con cui io devo fare i conti anche io, per motivi diversi dai tuoi.
    Un abbraccio virtuale.

  10. sarà che ti vedo da lontano, ma a me non mi sembri niente male. non che non sia tosta. ma è proprio perché non sei una santa che ne uscirai meravigliosa. ti abbraccio

  11. siamo umani.
    siamo invidiosi.
    e allora?
    sti cazzi, è solo una giornataccia, poi passa.
    ti abbracchio.

  12. @Figliaminore: sì, umana e con zero aspirazioni di diventare santa…

    @Aries1974: :-*

    @ottoetrenta: zanz, sei riuscita a farmi piangere. La voglia di ridere non m’abbandona, ma quando mi ritrovo sola, come adesso, e penso a tutto quello che ho e che mi è successo, mi viene solo voglia di piangere e disperarmi.
    La battuta del righello me la ricordo perfettamente. Mi ricordo quando te la dissi e di come tu rimanesti stupita. Anche allora piansi, ma dalle risate. I tempi dell’università li ricordo sempre col sorriso, grazie a te.
    Gli amici, la Mamy, gli zii, la F. e la Signorina sono veramente da invidiare… su questo non c’è niente da dire…
    PS: ho veramente voglia di vederti. Mi servirebbe anche un abbraccio… che dici? Si può fare?

    @AnnikaLorenzi: non mi arrabbio con me stessa, ma non mi piaccio, tutto qua. Non mi piace essere invidiosa, non mi pare… costruttivo ecco!

    @#9: sai qual era uno dei complimenti più frequenti e più graditi che mi facevano i ragazzi fino ad un anno fa? “Come sei femminile”. E non lo dico per vantarmi, ma lo dico perché è una cosa su cui ho lavorato molto negli ultimi anni e vedermela portar via mi fa rabbia, ecco.
    Vorrà dire che dovrò rimettermi a lavoro, no?

    @widepeak: mah… sarà… Ne riparleremo più avanti, ok? Un abbraccio anche a te.

    @ARTEmisia76: sacrosanta verità: è solo una giornataccia. So per certo che passerà. Grazie…

  13. Ascoltami bene: c’è solo una cosa, unissima cosa che conta.
    LA TUA SALUTE, la tua guarigione completa. Non guardare gli altri. Intorno c’è sempre chi ha più o meno di noi, per tutti. Te sei l’Anna che ha avuto la bestiaccia e che adesso sta tornando piano piano a stare bene, A VIVERE. Punto.
    Figliamaggiore

  14. dopo tutti questi mesi di sforzi sovrumani per tener botta, mantenere la speranza, continuare a pensare positivo e resistere restistere sempre anche quando ti sembrava di non farcela, penso sia normale sentirsi sfiniti. Sfiniti e incacchiati!
    ora che il peggio è passato, riesci a concentrarti su quelli che prima ti sembravano poco più che dettagli. ora ti potrai dedicare a cambiare le cose migliorabili e accettare quelle che non si possono cambiare.
    sono certa che ce la farai. Purtroppo non ci conosciamo, ma in questo momento sono io che ti vorrei abbracciare forte.
    coraggio AnnastaccatoLisa! un bacio

  15. Ciao, sono il commento numero nove. Non so se ogni volta che ti scrivo visualizzi o meno il mio link… giusto per non essere troppo anonima, mica per altro. Ad ogni modo… da qui in avanti io sono Nove, piacere di conoscerti 🙂 Nove da Monsummano Terme.

    Beh… si dai. C’è da rimettersi a lavoro. Ma prendersi cura di se fa tanto bene all’anima prima ancora che al corpo. L’importante è farlo, e riprendere contatto con proprio “guscio”. Poi… il risultato effettivo sarà in secondo piano.
    😉 Good re-styling… (avrò scritto bene o avrò coniato una nuova lingua??)
    Bacioni!!!

  16. @Figliamaggiore: ti amo! Lo sai, no?

    @Sary80: grazie, grazie di cuore! Mi fai bene…

    @Nove: sei di Monsummano Terme?!?!?! Oh mon Dieu…

  17. bé, ma niente alone di sudore non è male…:)
    sissi

  18. se ti può consolare – e non credo proprio che possa… – io di chili ne ho presi sei in sei mesi, quindi se continuo così…mmmm…no, non voglio fare il conto, grazie
    sissi

  19. @Sissi: effettivamente niente alone non è male davvero… ma è solo che quando una cosa non la puoi avere la vorresti, indipendentemente dall’effettivo bisogno… era questo il senso del mio post…
    E per quanto riguarda i chili… beh, un po’ mi consolo… E io che pensavo che con la chemio sarei dimagrita!!! 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...