Ho il cancro. Il blog di una malata coccolata, viziata, amata, fortunata

La realtà post-intervento

30 commenti

La verità è che sto di merda.
Psicologicamente intendo.
Stanotte ho pianto TUTTA la notte come non mi succedeva da anni. Singhiozzavo come una bambina.
E’ come se tutte le fatiche di un anno mi fossero cadute addosso solo ora.
E’ come se il mantello da super-eroe avesse perso i suoi poteri.
E mi sento fragile, attaccabile, vulnerabile.
Piango perché sono stanca.
Piango perché vorrei lavarmi.
Piango perché vorrei uscire senza vergognarmi dei "tubi" e dei miei capelli.
Piango perché ho i dolori al petto, anche se molto meno dell’altro intervento.
Piango perché ieri ho visto per la prima volta il mio seno e, bello o brutto che sia, grande o piccolo che sia, non è roba mia. Non è qualcosa che ho voluto. Ma soprattutto è una roba che non servirà più a niente.
Piango perché ho dei tubi attaccati al mio corpo.
Piango perché sono costretta a girare per casa con una borsa attaccata al collo con dentro i "barattoli" che vanno a raccogliere lo schifo che esce dal mio corpo.
Piango perché di sabato sera tutto il mondo esce e io sono a casa da sola, abbracciata ad un peluche.
Piango perché Qualcuno preferisce qualunque cosa a me.
Piango perché non riesco a dormire nella posizione da mummia.
Piango perché mi fa male anche la schiena, la vita, la testa.
Piango perché non ho più voglia di questa vita di merda e sono stanca di dire "ormai sono guarita per cui la fatica è finita, adesso comincia la discesa". NO. Non è vero una bella ceppa di minchia. Io sento ancora la fatica della salita perché ho ancora tutto da fare. E non mi riferisco solo al mio seno da sistemare, al mio fisico da dimagrire, ai miei capelli da allungare. Io ho un’intera vita da ricostruire, ma non so dove trovare la forza per farlo.
E guai, guai, guai a chi mi dice che sono forte. Guai a chi mi dice di avere pazienza.
Non sono forte, non ho pazienza e, precisiamo, sono ancora ben consapevole di essere una (ex) malata fortunata perché io sono tecnicamente guarita e non voglio passare da ingrata. E’ solo che… è solo che…
NON CE LA FACCIO PIU’.

Annunci

30 thoughts on “La realtà post-intervento

  1. Mi sarei stupito del contrario, onestamente.

    Non aggiungo nulla, ti abbraccio e basta.

    Molto forte.

  2. Ok, piangi.
    Io ti presto la spalla e ti tengo abbracciata, piano piano, per non farti male.
    E ogni giorno cerchiamo di togliere qualcosa dalla lista delle cose per cui piangere e di aumentare la lista dei sorrisi.
    Quando hai voglia di un contatto almeno telematico, mandami una mail: se sono davanti al PC ti rispondo subito, se vuoi ci sentiamo su Skype.

  3. no no macchè guai a te se smetti di piangere!!!!!
    Ti dico questo solo perchè so che dopo starai meglio.
    Un abbraccio e un bacio grande.
    SMACKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKKK

  4. un mio amico dice che:
    "la vita è come la scala del pollaio corta e piena di merda"

    mi sa che ha proprio ragione   l’unica cosa che posso dirti è di chiedere aiuto dopo aver pianto, qualcuno (non necessariamente inteso come il tuo fidanzato) arriverà ad asciugarti le lacrime.

    Comunque hai ragione la fatica si sente proprio quando sei in cima, perchè le gambe fanno male, manca il fiato, ma si deve tornar giù per forza perchè lì per aria non si puo stare. per cui gambe in spalla e buona strada

    P.S.la vita non è mai da abbattere completamente e poi da costruire, bisogna pian piano aggiustare il tiro…è un po’ come per le diete se dimagrisci troppo in fretta poi riprendi tutti i tuoi chili

    un grosso bacio

    anna

  5. Nessuno ha diritto più di te di incazzarsi con questa vita e con tutto il resto! L’incazzamento va bene, Zanz, benissimo! Anzi fallo più spesso! Porca miseria!
    Ma non lasciarti abbattere, questo no!

  6. Eh si. Si piange tanto. Ma non c’e’ proprio una minkia da fare.
    E domani forse uscira’ il sole.

  7. hai ragione a piangere. eccome. e a sentirti di merda. non posso dirti altro se non che, un passo alla volta, passerà, e ne uscirai donna più forte, sana, serena, bella. non aver paura annetta, passerà, ma adesso purtroppo devi fare tanti respiri profondi, piangere quando ti va, e costringere chi ti ama a coccolarti fino allo sfinimento. io lo faccio da qua. lo senti questo frrrrrr? sono io che faccio le fusa da lontano.

  8. ora getti la spugna?
    io l’avrei gettata mesi e mesi fa,non adesso che il peggio e’ passato.Dici di essere guarita,quindi il peggio e’ decisamente passato (parole tue),quindi? non ce la fai piu’ adesso? e se mollassi ora che avresti lottato a fare?

  9. Passerà, garantito. E’ capitato a tutte, prima o poi. Io per esempio ho rimosso la rabbia per molto tempo, ma un paio di mesi fa, quando mi hanno detto che dovevo considerarmi guarita, giuro che stavo per spaccare tutto, letteralmente. E’ una reazione sana, un tantino spaventosa, ma indispensabile per ricominciare davvero. Un abbraccio. J

  10. senti, hai fatto il pieno di sfiga in questa vita, su questo non c’è dubbio.
    nella prossima sarai naomi campbell, per di più INTELLIGENTE 🙂

    per questa, di vita, andrà meglio ANDRA’ MEGLIO, ripetitelo sempre: giù va meglio rispetto all’anno scorso, no?per cui è faticoso ma migliorerà, sempre di più.
    io ti abbracchio, con delicatezza, sennò le tette nuove si stropicciano 🙂
    tanti baci stellassa.

  11. non mi preoccupo perchè hai pianto, ma perchè lo hai fatto abbracciata ad un peluche, quindi immagino da sola. anche se purtroppo sabato nessuno era lì, vorrei che tu sapessi che io, noi ci siamo anche per questi momenti, per stringerti la mano e lasciarti piangere in silenzio.
    figliamaggiore

  12. anna piangi, sfogati e vedrai che già  domani andrà meglio!!!Anche le rocce hanno i loro momenti di cedimento…..mi stupirei se tu non ne avessi!!!
    Sono sicura che già quando leggerai i nostri commenti, starai meglio e le lacrime della notte scorsa saranno solo un ricordo(brutto!!!)
    Ti abbraccio forte forte!

  13. La vita xe un bidon= la vita è un "bidone" :  diceva un comico Triestino.

    I momenti di completo abbattimento sono naturali dopo anni passati a combattere e dopo questo intervento. Hai tenuto duro per tanto tempo ed adesso sei scoppiata: rilassata dopo l’operazione, questa è la depressione post trauma. Accettala come una cosa naturale, solo così riuscirai a superarla.

    Il tuo corpo aiuterà la tua mente a guarire: la forza è sotto le lacrime, sfogati, piangi, urla, sbraita. Devi permetterti di essere sfinita, ma devi anche essere sicura in cuor tuo che ce la farai!

    COMBATTERE SEMPRE, ARRENDERSI MAI!

    Un abbraccio forte forte! Renata

  14. La fatica della salita resterà, ma col tempo prenderai la volata. Nel mio post di oggi, con cui tendo di festeggiare i miei dieci anni di battaglie, mi paragono a una funambola, sempre in bilico nel vuoto. Non ti dirò nessuna frase da non dire. Piangi, urla, incazzati col mondo e con qualcuno che non ti è stato accanto in questa brutta notte. Però ce la farai ancora. E io, noi, siamo con te. 

  15. Non mi viene davvero niente da dire che non suoni come ovvio e scontato….quindi ti abbraccio forte e basta :o*

  16. sfogarsi serve… si arriva a un certo punto in cui non si hanno più energie, è giusto così. ma vedrai che anche se ora giustamente ti senti spossata e senza energie, prima o poi torneranno… e ricostruire una vita è possibile, se fai un passettino al giorno e non pretendi di dover fare tutto insieme. la forza tornerà, per ora sfogati quanto hai bisogno
    un abbraccio

  17. Le guerre non si vincono da soli: dammi la mano e combattiamo insieme.

  18. La tua vita nn è sta facile…troppi dolori, troppe ingiustizie…troppe "distrazioni" di chi sta lassu’…

    Mi ricordo come se fosse ieri quando, dopo il matrimonio, davanti la Chiesa, hai dettto:"del resto nn ho un piano B, devo fare cosi’ per forza!!": Ridevi e sembrava che cio’ che avevi appena finito di dire fosse la cosa’ piu’ semplice e facile del mondo…

    T ho visto sempre rialzarti, scrollarti la polvere di dosso e ripartire e mi sono sempre domandata dove cazzo la trovava tutta quella forza quel donnino dagli occhi color acqua marina…Mistero!!Mentre io  cadevo sempre, anche per la minima cavolata, nella piu’ profonda disperazione…

    Questo ultimo anno hai combattuto una guerra difficilissima, estenuante e  lo hai fatto come una infaticabile guerriera.

    Adesso mi sembra piu’ che nautrale che tu sia stanca…
    Siamo fatti di ciccia e sangue, Annina, piangi!!Fa che queste lacrime lavino via tutta la tua stanchezza…
    Ne hai tutto il  diritto e forse anche un po’ bisogno… nn credi?

    Chiudo con una frase presa da un sms che mi hai mandato il 09 Marzo 2009. Avevi le mucositi.. nn potevi parlare. Io piangevo da circa 1 settimana perchè "avevo appena saputo"…e questo tuo sms mi ha aiutato a stare meglio:
    "Spero di fare una bella chiacchierata delle nostre , con risate o lacrime, chi se ne frega. Spero di rimettermi presto perchè nn ne posso piu’E voglio festeggiare il mio compleanno anche a costo di nn poter mangiare la torta!"

    T abbraccio forte forte…
    Irena

  19. Spero che dopo le lacrime almeno un piccolissimo sorriso sia spuntato. 🙂
    Un abbraccio

  20. C’e’ sempre un momento in cui ci sentiamo deboli, inadeguate, a terra.. leccati le ferite e riposati .. la tua nuova vita "sana" ti aspetta, tutta da costruire, tutta da inventare..

  21. E chi altro,al posto tuo,non sarebbe crollato? Datti tempo,prenditi tempo,coccola ed impara ad amare quella parte del tuo corpo che ora senti estranea….piangi e urla tutta la tua rabbia e il tuo dolore.
    Un abbraccio

  22. adesso che e finita non ce la fai piu vergognaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  23. Mi rendo conto di come io sia lagnosa non avendone nessun diritto.
    Tieni duro…toccato il fondo si risale.

  24. Hai ragione.
    solo un abbraccio.

  25. sai amica mia anche io piango ,ci sono dei momenti che perdo la mia corazza , tutti dicono che sono molto forte , e ho scoperto che piangere mi fa solo bene ,perche’ mi ricarica.
    sono sicura che anche per te e’ cosi . so che ti rialzerai e continuerai a vincere e perdere qualsiasi battaglia che si presenta nella nostra vita , alza gli occhi al cielo e’ azzurro, anche se a volte nonostante il sole ci sembra buio , io per 15 anni lo visto sempre buio e nn e’ finita, ma questo tunnel  prima o poi a forza di scavare se noi lo vogliamo veramente troveremo quella luce che ci portera’
    in luoghi sconosciuti ,dimenticati … sorridi perche’ sei bella dentro
    sorridi  perche’ sei arrivata dentro il tuo obbiettivo
    la luce ,il sole, l’aria pulita da respirare …..
    ti auguro un sereno week end
    da engy
    kiss

  26. mi ho permesso di presentare il tuo blog al nostro gruppo in fb…..  

    QUELLI CHE DOPO UN TUMORE SONO ANCORA QUA E NE VOGLIONO PARLARE….
    http://www.facebook.com/group.php?gid=57671960328se vuoi vieni farci visita….Marion

  27. Dai retta a Marion , vienici a trovare ,ti aspettiamo a  braccia aperte e ti posso giurare che non sarai mai più sola , da noi sei in famiglia ,capiamo quello che provi perchè e la stessa cosa che proviamo anche noi ,da noi puoi trovare solidarietà  comprensione e tanto affetto ,non troverai pietà ma gente come te che ti tende la sua mano a aiutarti quando cadi , troverai un sorriso a scaldarti il cuore quando sarai triste ,troverai chi ti ascolta quando vuoi sfogare la tua rabbia ,proverai la gioia di incitare quelli che  stanno ancora salendo e la gioia di vincere con loro la loro battaglia , puoi farti un'idea di cosa troveraileggendo l'intervista a Cristina e i commenti  ci sono anche io che commento  ma la mia guerra non è per me  ma per mio figlio , e lui purtroppo nonostante la sua voglia di lottare  non potrà vincere la sua guerra , il suo tumore al cervello non ha nessuna cura  è destinato a morire ,ma nonostante tutto ,nonostante i medici lo abbiano sepolto già 2 volte , lui continua a sperare e a lottare ,http://www.ilcofanettomagico.it/2010/03/15/intervista-a-cristina-tombini/#more-2948un abbraccio cara amica  Elio Speranza

  28. anche io faccio parte del gruppo di Marion e Elio…. eti voglio dire solo questo: piangi, urla, spacca tutto ma sfogati…. non tenere dentro la rabbia…però una volta che ti sei sfogata, fermati un attimo a pensare.Pensa che tu ci sei… devi far crescere i capelli, devi dimagrire, devi accettare il tuo nuovo seno…. hai tante cose da fare, cose anche difficili, pesanti…. ma tanto da fare….Ci sono persone che non hanno avuto questa fortuna, che hanno sofferto, lottato come hai fatto tu, ma senza riuscirci…..Non voglio che questo mio discorso suoni come una paternale, lungi da me…. so benissimo come ci si sente in certi momenti…. vorrei solo che apprezzassi la vita…. quella vita che tu hai ancora….dura, difficile, dolorosa ,ma ce l'hai e puoi ancora godere di un mattino di sole, sentire il profumo del mare…. puoi ancora amare, odiare, gioire, soffrire, piangere, ridere…VIVERE!!!!!Ti abbraccio forteAnna

  29. ciao….sorella di malattia….i medici dicono che noi donne siamo fortunate perche ' piangendo ci sfoghiamo e quindi siamo meno sottoposte ad avere un infarto…..io a dire il vero penso che noi donne siamo fortunate perche' siamo donne!!!!!certo tu non vuoi sentirti dire che sei forte ed io non te lo diro'..tanto lo sai da sola…pensa un po' a cosa hai affrontato….voglio dirti invece che e' vero di cancro  si guarisce ..io sono qui e come me tanti altri amici del gruppo di cui ti ha parlato Marion ne sono usciti……..vieni a dare un occhio nel nostro gruppo e leggi le nostre storie…ti riconoscerai in molte frasi….in molte sensazioni….e ti sentirai anche meno sola…perche' purtroppo anche se in questo caso non v ale il proverbio"" mal comune mezzo gaudio…..""" ti renderai conto che siamo in tanti…e che tutti abbiamo una cosa in comune…siamo felici di esserci ancora…. nonostante tutto….spero proprio che tu ci venga a trovare…un abbraccio e spero a presto…cristina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...