Ho il cancro. Il blog di una malata coccolata, viziata, amata, fortunata


24 commenti

Come Napoleone

Ho fatto la chemio giovedì, nonostante gli esami del sangue fossero pessimi.
Emoglobina bassa, transaminasi (ancora) alle stelle e una forte piastrinopenia.
Ma sì, ormai è la prassi.
"Per fortuna" la terapia del giovedì si fa in tutti i casi e quindi via, anche la ventesima è andata.

La tanto temuta broncoscopia non l'ho fatta, però mi sono guadagnata una tac anticipata… Brava eh?
Sì, in pratica avrei dovuto fare la prossima tac alla fine del sesto ciclo, invece me la faranno a fine mese, alla fine del quinto e sulla base di quella decideremo se e quando fare la broncoscopia.

Nel frattempo il mio umore è tornato a livelli da "minimo storico".
Piango ogni tre per due.
Mi infastidisce tutto.
Mi disturbano tutti.
Vedo tutto nero.
E sono stanca, terribilmente stanca della mia vita.

E quindi ho deciso di andare in esilio all'isola d'Elba per una settimana.
"Mio fratello" mi mette a disposizione casa sua e quindi, per fortuna, mi farò una vacanza low cost.

E' la prima volta che parto per l'Elba senza di lui.
E' la prima volta che ci torno da quado ci siamo lasciati.
E proprio oggi che sarebbero stati 14 anni di fidanzamento, io mi ritrovo a fare la valigia per andare là, in quella terra piena di ricordi e di vissuti con lui.
E mi spaventa un po'…
Voglio fare una settimana di relax, voglio respirare aria buona, leggere tanto e staccare un po' la spina dalla mia solita vita, ma ho anche paura di rivedere quei posti, di rivivere quei momenti lontani e di sentire la mancanza di quella mia vita… Ho passato 11 estati della mia vita in quell'isola. Mi ha visto crescere e mi ha visto farlo insieme a lui.
Adesso invece parto da sola e non so che tipo di accoglienza mi riserverà la mia isola.
Ho un po' paura, ma ho anche bisogno di andare.

E quindi vado.
Valigia pronta: occhiali da sole, libri, crema solare e… bronchi ben aperti!
Se passate da quelle parti fate un fischio!!!!


7 commenti

“I love shopping per il baby” di Sophie Kinsella ed. Mondadori

“Becky Bloomwood è più felice che mai. Lavoro e matrimonio vanno a gonfie vele e, soprattutto, è incinta! Tutto deve essere perfetto per la nascita del bambino. Non può certo mancargli una minuscola vestaglia Ralph Lauren, una culla con un sistema per il controllo della temperatura e un proiettore con ninnananna incorporato… Ma Becky non si perde d’animo: lo shopping la aiuta a superare le nausee mattutine. E poi ci sono gli appuntamenti con la dottoressa Venetia Carter, la ginecologa delle star, che prepara al parto tra massaggi thai e fiori di loto, E soprattutto è l’affascinante, magrissima, supertrendy e supersingle ex fidanzata di suo marito…”.
 
Quando ce vo’, ce vo’!
Non è che qui si può stare a parlare solo di cancro eh!
E un po’ di Kinsella non guasta mai: sorrisi, spensieratezza, leggerezza!
Proprio quello che ci vuole! Ve lo consiglio.


11 commenti

Ipertransaminasemia G4

Ieri a Modena mi hanno accompagnato la Mamy, Qualcuno e "mio marito" (el Mejor).
E questa è l'unica cosa veramente meravigliosa della giornata perché il resto è andato tutto storto.

Prelievo alle 11.
Visita alle 14 con la dottoressa "Ten".
"Anna Lisa oggi non puoi fare la chemio."
"Nooooo, un'altra volta!!! E perché? Che cosa c'è che non va? Globuli bianchi? Rossi? Emoglobina? Piastrine? Che cosa mi manca?"
"No, stavolta hai le transaminasi altissime"
"Ah."
"E che vuol dire saltissime?"
"260"
"Uhm. E quanto dovrebbero essere?"
"Comprese fra 2 e 31. Si può parlare di ipertransaminasemia G4".
"Cazzo!!! E io che pensavo che la gravità massima fosse G3!!! Ma perché così alte? Che cosa ho fatto di sbagliato?"
"Niente! Sono gli effetti della chemio! Quindi oggi salti i due chemioterapici e fai solo il farmaco sperimentale"
"Ah. E quando li faccio i due chemioterapici?"
"Non li fai. Si omette la chemio del giorno 8 del ciclo 5 e si fa solo lo sperimentale."
"Ah. E giovedì?"
"Giovedì come sempre: farmaco sperimentale e basta."
"Ah. Ho capito, tutto chiaro. Quindi la prossima settimana sono libera da chemio come previsto?"
"Sì."
"Ok, allora programmo un viaggetto all'Elba. Sa, era questa la mia preoccupazione più grande! ;-)"
"Però Anna Lisa ci sarebbe un'altra cosa."
"Ah."
"Devi metterti nell'ordine delle idee di fare una broncoscopia. Prima o poi dobbiamo andare a guardare nei tuoi bronchi."
"Ah."
"E non è proprio una cosa simpatica, sappilo."
"Ah. Ma si fa da addormentata, no?"
"No… Si fa solo una pre-medicazione"
"Ah. Quindi mi stordite un po' e poi andate a rufolare nei miei bronchi. Mmmmm… dev'essere ganzo davvero…"
"Eh… no… Non lo è."
"Eh, quindi?"
"Quindi io ti prenoto la broncospia per giovedì."
"Azz."
"E poi ne parlo anche col dottor Ben e prima di giovedì ti do la conferma o la disdetta. Ma se non è stavolta prima o poi dovrai farla."
"Ok dottoressa Ten, facciamo anche questa."
"Intanto continua con aerosol e pasticche di cortisone. Ci vediamo giovedì."

Sì, ci vediamo giovedì.
Questo lo dice lei.

E se mi do malata?
Pauuuuuuuuuuuuuuuraaaaaaaaaaaa!!!!


5 commenti

Buon compleanno

Oggi Ale avrebbe compiuto 29 anni e invece la sua vita è stata stroncata a 19.
Ma non è passato un giorno in cui io non mi sia chiesta come sarebbe stata la sua vita qui con noi. E di come sarebbe stata la mia vita con un fratello da proteggere, con un fratello con cui litigare, condividere, ridere, arrabbiarsi.
E mi piacerebbe averlo qui, oggi, anche solo per un pochino, per toccarlo, per abbracciarlo, per dirgli la nostra parolina segreta.
Buon compleanno Ale, mi manchi da impazzire.


10 commenti

Diciottesimo gettone

La terapia di lunedì mi ha fatto stare proprio malino.
Lacrime e astenia a parte, mercoledì mi è venuta un'asma da paura.
Mi sono imbottita di cortisone (viva l'autogestione!) e giovedì mi sono recata a Modena per la solita chemio.
Arrivata al COM ho alzato il naso all'insù, verso la finestra della camera dove è ricverato il padre di Alecomeale da tre settimane. E lui era lì, era lì ad aspettarmi. Ci siamo buttati baci e saluti dalla finestra e son stata felice che anche Qualcuno e la Mamy l'abbiano potuto "conoscere".
Poi ho fatto il prelievo e dopo un paio d'ore la visita.
Mi hanno visitato più accuratamente, vista l'asma e poi mi hanno fatto un emogas: un prelievo di sangue fatto da un'arteria sul polso (non è proprio simpaticissimo…) che serve a valutare l'ossigenazione.
Nel frattempo è arrivato il referto del primo prelievo ed era tutto miracolosamente a posto: globuli bianchi, rossi, piastrine, emoglobina… Si vede che le ferie fanno bene a qualcosa!!!
Dopo un po' mi hanno richiamato per un altro prelievo (buco più, buco meno…): una provetta di sangue per controllare la coagulazione.
Verso le due sono arrivati tutti i risultati: la coagulazione è ok mentre l'ossigenazione è più del normale! Che cosa vuol dire? Che nella provetta dell'emogas c'è finita una bolla d'aria e il risultato, quindi, non è attendibile!!!
La solita fortunella…
Soluzione? Non si ripete l'emogas, ma mi faccio un bel po' di aerosol medicato a casa e lunedì si ricontrolla di nuovo quest'asma che potrebbe essere causata da un'improvvisa allergia, oppure dalla malattia che rompe le palle o da ben altro… Vedremo!
Verso le due e mezzo ho fatto la chemio e via, a casa!

Ma la cosa più bella di tutta questa giornata è stata l'ora che io, Qualcuno e la Mamy abbiamo passato con Alecomeale, sua mamma, suo marito, sua sorella, suo cognato e suo nipote!!! E' stato un momento emozionante che custodirò gelosamente nel mio cuore per sempre.
E' stato un puro attimo di felicità per tutti .
Mi hanno riempito di regali, di coccole, di sorrisi e ci siamo scambiati la promessa di rivederci presto e Dio solo sa quanto ci tengo!
Questi momenti riempiono di gioia e sono stra-felice di aver potuto condividere tutto questo con la mia Mamy e Qualcuno.
Bello, bello, bello!!!


22 commenti

Viaggio in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi…

Martedì ho passato l'intera mattinata a pianificare il nostro viaggio: atlante, cartine, internet, guide turistiche, mappe… di tutto di più! La destinazione scelta era, inizialmente, il Trentino, poi ho cambiato idea e mi sono buttata sull'Alto Adige.
Fatto sta che una telefonata mi ha fatto di nuovo cambiare idea: mi chiama un'agenzia per il lavoro e mi dice: "Anna Lisa, l'azienda svizzera *** con sedi in tutta Italia sta cercando una persona per la loro sede di Firenze, il colloquio però è domani a Milano".
Ci ho pensato mezz'ora e poi mi son detta "sai che c'è? Io vado! Non mi prenderanno mai, ma anche se dovesse capitare il contrario, chi se ne frega! Lo so che non potrò mai accettare, ma che m'importa? Almeno faccio qualcosa di divertente!!!"
Così ho ripreso in mano l'atlante, le cartine e il mio pc e ho riprogrammato una vacanza last-second.

E così mercoledì mattina "Qualcuno" ed io siamo partiti alla volta di Milano.
Il colloquio è stato più facile del previsto, anche perché secondo me si vedeva che erano poco interessati a me. Probabilmente avevano già individuato una candidata di loro gradimento e poi son convinta che per il ruolo da ricoprire a loro serve una persona che abiti a Firenze, non una pendolare. Ma va beh, mi faranno sapere.

Da Milano abbiamo proseguito per il Lago di Como e abbiamo dormito in un agriturismo spettacolare.
Peccato per il piccolo incidente di percorso…
Infatti dopo aver cenato in un ristorante vicino all'agriturismo, siamo tornati in camera, abbiamo fatto la doccia, ci siamo messi a guardare un po' di tv e poi "Qualcuno" si è addormentato mentre a me è cominciato un mal di stomaco pazzesco.
Ho sopportato dieci minuti, poi venti, poi mezz'ora.
Poi mi sono alzata, sono stata un po' in piedi a camminare per la camera, poi sono andata in bagno e lì è arrivata un po' di squaraus, ma il mal di stomaco non accennava a diminuire, anzi!
"Qualcuno" si è svegliato.
Ho sopportato altri dieci minuti, venti, mezz'ora, poi, invece che battere la testa nel muro dal dolore, ho telefonato alla dottoressa ElleElle (erano le due di notte!!!), le ho fatto l'elenco dei sintomi e dei medicinali che avevo con me e mi ha consigliato due pasticche.
Non fanno in tempo a passare due nano secondi da quando ho buttato giù le pasticche che… via, di corsa in bagno a vomitare!!!
Credo di aver vomitato la cena, il pranzo, la colazione e anche l'anima!!!
Cazzarola!!! E mi faceva male sì lo stomaco!!!!
Per fortuna dopo son stata meglio e son riuscita a dormire qualche ora.

Il giovedì mattina abbiamo oltrepassato il confine e siamo andati a Bellinzona, la capitale del canton Ticino. Il tempo era un po' da lupi, ahinoi, ma non ci ha certo impedito di visitare quello che volevamo: il Castello di Sasso Corbaro, il Castello di Montebello, il Castelgrande e il centro storico.

Svizzera e Lago Maggiore 4-8 agosto 2010 Anna Lisa & Andrea 018
Da Bellinzona abbiamo proseguito per Lugano e oltre ad un giro a piedi ci siamo fatti anche un bel giretto sull'autobus turistico e poi… siamo finiti al Casinò!!!
No, non abbiamo vinto, non vi preoccupate…
Da Lugano, per tornare in Italia, ci siamo fermati a Campione d'Italia dove abbiamo cenato, ammirato il Lago di Lugano e… giocato al Casinò!!!
No, non abbiamno vinto nemmeno qui!!!
Squattrinati, ma contenti siamo tornti a dormire sul Lago di Como.

Il venerdì siamo tornati in Svizzera: Locarno.
E' la città che mi è piaciuta di più. Sicuramente perché al contrario del giorno precedente c'era un sole che rendeva tutto più bello e poi perché in questo periodo c'è il Festival Internazionale del Film, per cui la città è strapiena di gente e tutta agghindata a festa, bellissima!

Svizzera e Lago Maggiore 4-8 agosto 2010 Anna Lisa & Andrea 065Abbiamo girato il centro in lungo e in largo, abbiamo comprato la cioccolata (!), abbiamo fatto una puntatina anche a quel casinò (perdenti anche qui…) e poi abbiamo preso la funicolare che ci ha portato al Santuario della Madonna del Sasso, un luogo molto suggestivo, che anche a "Qualcuno" è piaciuto molto e da cui si gode un panorama spettacolare sulla città e sul Lago Maggiore.

Svizzera e Lago Maggiore 4-8 agosto 2010 Anna Lisa & Andrea 080Da Locarno abbiamo ripreso il nostro viaggio e, costeggiando il Lago Maggiore, siamo arrivati a Verbania dove abbiamo pernottato in un albergo che avevo scelto per il nome!!! Abbiamo passato la sera lì in centro e poi il sabato siamo andati a fare una super crociera sul lago per visitare le isole Borromee.

Siamo partiti da Verbania e siamo scesi all'Isola Madre, la più grande delle tre isole e abbiamo visitato il Palazzo del Cinquecento e l'incredibile parco botanico: fiori, alberi e piante provenienti da tutto il mondo e pavoni liberi per tutta l'isola. Bellissima.

Svizzera e Lago Maggiore 4-8 agosto 2010 Anna Lisa & Andrea 099Dall'Isola Madre ci siamo imbarcati di nuovo e siamo scesi all'Isola Bella, altro gioiello del lago.
Sembra una nave, con il palazzo a prua e il giardino all'italiana a poppa. Ed è proprio il giardino la meraviglia di quest'isola: articolato in dieci terrazze, abbellito da fontane, statue, fiori e piante di tutti i tipi e di tutti i profumi…

Svizzera e Lago Maggiore 4-8 agosto 2010 Anna Lisa & Andrea 124 Dall'Isola Bella abbiamo ripreso la motonave e siamo scesi a Stresa, sulla terraferma, dall'altra parte di Verbania. Paese molto carino, dove abbiamo pranzato, girottolato e comprato qualche souvenirs.
Poi ci siamo imbarcati e siamo scesi all'isola dei Pescatori, l'isola più piccola, ma, a parer mio, la più bella: un piccolo presepe in mezzo al Lago. Da vedere!!!

Svizzera e Lago Maggiore 4-8 agosto 2010 Anna Lisa & Andrea 135
Dopo la visita a quest'ultima isola siamo tornati in albergo a Verbania e lì mi è arrivata la notizia che aspettavo da giorni: è nato Jacopo, il figlio della mia CdM!!!!! Che bello essere di nuovo zia!

La sera siamo andati alla notte bianca a Baveno, un paese fra Verbania e Stresa, mentre la domenica mattina, dopo un'abbondante col
azione siamo ripartiti: destinazione Fidenza Outlet Village (per la "gioia" di Qualcuno). Siamo stati lì una mezz'oretta (mai stata così poco in un outlet!) e non abbiamo comprato niente (mah…). Poi, abbiamo raggiunto l'albergo che avevo prenotato per quella notte: un super albergo extra lusso in pieno centro a Salsomaggiore (con internet si riesce a strappare delle tariffe incredibili!!!).
Svizzera e Lago Maggiore 4-8 agosto 2010 Anna Lisa & Andrea 143
Abbiamo visitato le terme, girato per il centro, cenato in un ristorante e bevuto il caffè sui divanetti davanti l'albergo (sembravamo due vip!!!), poi a nanna, ma prima…..
… sono stata un'ora immersa nella vasca da bagno!!!!!!!
A casa io ho solo la doccia per cui quando sono in giro e trovo una vasca non me la lascio di certo sfuggire!!! E così ho fatto anche questa volta!!! Sono uscita di lì che ero lessa!!!!

Il lunedì mattina, sveglia all'alba, colazione in hotel e via, partenza per Modena.
Ho fatto il prelievo poi… poi… oddio, se ci ripenso mi tornano i brividi dall'emozione… QUALCUNO ED IO ABBIAMO CONOSCIUTO LA MIA AMICA "ALECOMEALE" E SUO MARITO!!!
E' stato un incontro pazzesco, incredibile!
Ci siamo abbracciate forte forte e poi tutti e quattro abbiamo cominciato a chiacchierare come se ci si conoscesse da sempre!
Sono una coppia meravigliosa, è stato bello conoscerli e anche "Qualcuno" è rimasto positivamente impressionato, tant'è che non vede l'ora di poterli avere qui in Toscana!!!
Poi siamo riusciti a salutare il padre di Ale, ho fatto due chiacchiere con la mamma di Ale ("Qualcuno" si è anche commosso) e poi, purtroppo ci siamo dovuti salutare perché io avevo la visita.
A 'sto giro mi hanno promosso a pieni voti e ho potuto fare la terapia, ma, non so perché mi ha fatto star male fin da subito. Infatti il viaggio da Modena a casa è stato terribile: nausea da morire e i nervi mi hanno ceduto per cui non ho fatto altro che piangere.
Forse ha inciso la stanchezza del viaggio, non so, fatto sta che son stata male, soprattutto psicologicamente: è brutto passare da giorni così belli in cui si sta bene (a parte il piccolo incidente di mercoledì sera) a nausea, dolori, astenia e malessere generale. E pensi che non è giusto, perché son quasi due anni che fai questa vita e, fondamentalmente, ti sei rotta i coglioni.
E allora sapete che c'è?
E' tutto il giorno che sono a letto, vittima delle lacrime e dell'astenia, ma non importa, io mi programmo un altro viaggetto: Elba, la mia Elba.
C'è qualcuno che vuol venire? Ultima settimana d'agosto, se tutto va bene.