Ho il cancro. Il blog di una malata coccolata, viziata, amata, fortunata


11 commenti

"Ho fatto una promessa. Perché la fede ha cambiato la mia vita" di Nicola Legrottaglie ed. Piemme

Nicola Legrottaglie è difensore titolare in una delle squadre più blasonate della serie A, la Juventus. Come calciatore, ha raggiunto l'apice della carriera nel 2003, quando è stato acquistato dalla società bianconera. Al trionfo in campo si è subito accompagnato il successo mondano, condito da larga fama, belle donne e tanti soldi. Fino a quando un incontro gli cambia la vita: quello con Gesù, che gli fa riscoprire la gioia di credere, di pregare e di vivere rispettando i comandamenti.
E' così che Nicola sceglie di mantenere una promessa fatta da bambino: aveva detto a Dio che, se lo avesse fatto arrivare in serie A, gli avrebbe reso testimonianza.
E' quello che ha deciso di fare affidando a questo libro la sua storia."
 
E’ una storia vera e, come ogni volta che mi ritrovo a leggere libri di storie vere, non me la sento di dare un giudizio perché non è giusto.
Stavolta dico solo che forse forse vorrei avere un briciolino della fede che dice di aver l’autore e che ci ho provato molte volte nella mia vita ad avvicinarmi a LUI e alla preghiera, ma ogni volta ne succede una e ogni volta, allora, mi allontano un po’.
Non perché accuso LUI di tutte le mie sventure, ma semplicemente perché vorrei che ogni tanto buttasse un occhiolino da questa parte e magari mi alleggerisse un po’.
Forse devo farGli una promessa come ha fatto Legrottaglie…

Annunci


25 commenti

Regali di oggi:

– l'incontro (il terzo!) emozionantissimo con i genitori di "alecomeale";
– un peluche da parte di "alecomeale";
– un braccialetto da parte di Gianna;
– un'infinità di telefonate, sms, mail, messaggi in pvt da parte di amici, parenti e conoscenti;
– le chiacchiere via skype con la "Babybaby" e via skype+webcam col "Mejor" che è a Parigi per lavoro e con "Qualcuno" da casa sua;
– una faccia tipo pescepalla e una fame chimica pazzesca grazie alle dosi di cortisone che mi danno qua mattina e sera.

Ma, gonfiore a parte, procede tutto bene e, al momento, qua siamo messi così:
IMG_0470


25 commenti

Prima (e seconda) radio

In questa beauty farm ho proprio il mio bel da fare.

Stamattina mi sono svegliata alle sette.
Mi sono lavata, mi hanno rifatto il letto, mi sono truccata (ottimi acquisti quelli di Viareggio!) e alle otto mi hanno portato una colazione decente.
Poi mi hanno messo la flebo di cortisone e alle nove è venuto un "tassista" a prendermi con una seggiola a rotelle per portarmi in radioterapia.
Troppo ganzo!!!
Mi fanno passare dai sotterranei dell'ospedale: sono dei corridoi larghi e lunghissimi dove… dove… sarebbe troppo forte farci le corse con la seggiolina!!!
Ehm, dite che non sta bene?
Va beh, ok.
Mi hanno fatto subito accomodare sul lettino e poi mi hanno fatto la prima applicazione che è durata una ventina di minuti, anziché dieci come previsto, perché dovevano controllare bene la centratura, la dose e i tatuaggi. Ok, no problem, assolutamente indolore.
Finita la radio mi sono messa a leggere un libro nell'attesa del mio tassista che dopo poco mi ha riportato in stanza (ma niente corse per i corridoi).
Tornata in camera mi son messa a leggere un po' di riviste di gossip, giusto perché un po' di cultura non guasta mai.
Alle undici è arrivato tutto il team di medici, specializzandi e assistenti vari, capeggiato dal primario in persona che mi fa:
"Buongiorno Anna Lisa"
"Buongiorno a lei e a tutti voi!"
"Che cos'è quello?"
"Ehm… un cinghiale di peluche!"
"Ah. E come mai un cinghiale?"
"Eh, no, vede, siccome il mio ragazzo è un cacciatore, allora gli avevo regalato quel peluche che poi però ha voluto che lo tenessi io e allora…"
"Beh, ma se è un cacciatore non ti porterà solo cinghiali finti…"
"Eh no… Ahahahah!!!"
Dopo questo momento di ilarità abbiamo parlato della mia situazione.
La novità è che da oggi, oltre alla radio, comincio anche una ormonoterapia (oltre alla mia solita puntura per il letargo delle ovaie) poiché dall'ultima biopsia la bestiaccia è risultata positiva agli estrogeni.
Quindi, in teoria:
radioterapia + ormonoterapia=botta grossa alla bestiaccia
Speriamo…
E poi, più avanti, chemio, ma ancora non si sa quando e quale. Staremo a vedere.
A mezzogiorno è arrivata la Mamy e a mezzogiorno e mezzo il mio pranzo (in parte commestibile, in parte supportato da alcune cibarie che mi ha portato la mamy).
E poi pomeriggio di grandi impegni:
– caffé alla macchinetta;
– chiacchiere con la mamy;
– I Cesaroni in streaming;
– facebook;
– aggiornamento mail arretrate;
– ricerca su internet degli effetti collaterali di questa nuova ormonoterapia (c'è da spararsi);
– pulizia della presa usb;
– chiacchiere al telefono con amici, parenti e conoscenti,
– lettura di libri;
– chiacchiere con la compagna di stanza (una signora gentile e non troppo chiacchierona per fortuna);
– merenda;
– chiacchiere e risate nel corridoio con il personale infermieistico;
– seconda dose di radioterapia alle 17:30 (stavolta della durata di dieci minuti);
Poi alle 18.30 cena (m sembra un ottimo orario, no?? E poi continuo a chiedermi il perché del fatto che alle 20 qui tutti dormono…).
Alle sette e mezzo ho salutato la mamy e poi mi sono messa a fare due chiacchiere su Skype con "Qualcuno", col "Mejor" e con "Meomeo".
Altra flebo di cortisone, aerosol e poi via, altre telefonate!!!
Che dire?
Con tutti questi impegni la giornata in beauty farm passa benino, anche se un mese lo vedo parecchio lungo… Ma pazienza, vediamo di giorno in giorno come va.

Ultima cosa prima di dormire: nel pomeriggio è venuta da me una dottoressa con cui non avevo mai parlato e mi dice:
"Anna Lisa toscanaccia?!!"
"…ehm… come? Anna Lisa, sì e sono Toscana… toscanaccia se vuole…"
"No perché è arrivata una busta indirizzata al centro oncologico modenese ed è all'attenzione della paziente Anna Lisa toscanaccia… mi sa che sei l'unica, no?"
"Una busta per me!?! Non ci voglio credere!"
E mi consegna una busta imbottita, affrancata e con l'indirizzo dell'ospedale e il mio nome sopra!
Che figata!
Poi mi fa:
"scusa se l'hanno dovuta aprire, ma all'accettazione c'è stato l'allarme bomba per questa busta!"

"Oh mon Dieu."
"Eh già."
Mi sono scusata, l'ho ringraziata e poi ho verificato il contenuto: un portachiavi con un carinissimo pupazzetto,ma…nessun biglietto, nessun messaggio, nessun nome, niente di niente.
IMG_0467Ho pensato ad un/a lettore/lettrice del blog perché chi mi conosce avrebbe messo qualche informazione in più (il cognome per esempio) e quindi adesso sono qui per ringraziare.
E' stata una sorpresa stupenda, sia io che la mamy ci siamo commosse.
Chiunque tu sia, G-R-A-Z-I-E! Hai fatto una cosa bellissima, non la dimenticherò mai e poi mai.
La busta è gelosamente nascosta nel mio comodino e il peluche è qui, a vigilare sulle flebo!!!

IMG_0468

G-R-A-Z-I-E-E-E-E-E-E-E-E!!!!!!!


32 commenti

Quiz

Individua il peggiore fatto di oggi fra quelli qui di seguito riportati:

1) la sveglia alle quattro e mezzo di mattina;

2) l'attesa di nove ore per avere un letto;

3) la notizia di dover fare 22 radioterapie di mattina e 22 radioterapie di pomeriggio e, visto che la radio si fa tutti i giorni fuorché il sabato e la domenica, in totale fa un mese (se va bene) di ricovero in ospedale a Modena;

4) ricevere la conferma dalla bilancia della degenza che no, effettivamente non ti sbagliavi, hai preso altri 3 kg e in tutto sei a più 18 kg;

5) avere il letto vicino alla porta, vicino al muro e lontano dalla finestra, dall'aria e dalla luce;

6) aver cenato con questa roba qua:

IMG_0464


13 commenti

Cambio valigia

Giovedì io e la Mamy abbiamo camminato per svariati e svariati km!
Ci siamo fatti Viareggio in lungo e in largo!
Abbiamo mangiato un po' di schifezze, abbiamo fatto un po' di shopping e ci siamo fatte anche delle grasse risate!
Siamo riuscite a fermarci solo quando, dopo cena, sono venuti a trovarci la dottoressa ElleElle e "mio cognato"! Che bella serata! Super!

Venerdì, invece, siamo state a Forte dei Marmi e anche lì abbiamo camminato, girottolato, curiosato… non avevamo pace!!! Bellissimo!!!
Poi, la sera, la mamy era esausta e ha cenato per i fatti suoi, mentre io mi sono fatta una cenetta romantica al ristorante con la Serenella!
Dopo cena siamo andate a casa a trovare la Mamy e a prendere un caffè con lei e poi siamo ripartite per buttarci nella vita notturna (ma soprattutto nel temporale!) della Versilia!!!
Poi la Sere è rimasta a dormire da noi ed è stato troppo ganzo chiacchierare con lei nel lettone fino a tardissimo!!!

La mattina, con gli occhi infossati per il sonno, abbiamo fatto colazione al bar tutte e tre insieme e poi la Sere è ripartita per tornare a casa.
Io e la mamy, invece, non sufficientemente sazie di camminate e shopping, siamo andate al mercato a Tonfano, poi abbiamo mangiato qualcosa di veloce in casa e poi…
… S P I A G G I A !!!!
Ci siamo stravaccate sulle sdraio, abbiamo preso il sole, abbiamo messo i piedi nell'acqua (era da fare il bagno, altrochè!), abbiamo respirato dell'aria meravigliosa, abbiamo fatto delle foto, la mamy s'è fatta fare un massaggio ai piedi, io ho giocato con la sabbia (!)… insomma: UN POMERIGGIO CHE CI HA RIMESSO AL MONDO!!!

E sabato sera siamo tornate a casa, contente e soddisfatte.

Adesso son qui che ricontrollo la valigia per Modena: domattina mi ricoverano, è sicuro.
E' tutto pronto dall'altra volta, ho solo aggiunto qualche cosa: un film in dvd che mi ha prestato la mia amica "Babybaby", dei trucchi nuovi che ho comprato a Viareggio (meglio abbondare visto che non avrò una bella cera!), il mio cinghialotto di peluche (non lo volevo portare, ma la dottoressa ElleElle mi ha convinto a farlo!), un libro che mi ha regalato la mia amica IrenA (che stamani è venuta in treno da Firenze solo per stare un paio d'ore con me!!!) e tanta carica, tanta grinta, tanta determinazione che ho raccolto in quei tre giorni al mare con la Mamy, la dottoressa ElleElle e la Serenella e in questo week-end con Qualcuno, D&D, l'IrenA, la Babybaby, Gizzu, la Petra e gli amici del Meo.


13 commenti

Anna staccato Lisa, sei su scherzi a parte!

Mi sono alzata all'alba, ho salutato Qualcuno e la Signorina, ho caricato i bagagli e con la mamy siamo partite per Modena.
Abbiamo fatto colazione in un autogrill sull'appennino, abbiamo sistemato i bagagli della mamy nell'alloggio vicino all'ospedale che abbiamo trovato per lei e poi ci siamo presentate in ospedale.

Alle dieci e trenta ho fatto la visita in radioterapia, poi mi hanno fatto la tac di centratura, poi 4 tatuaggi (sono dei piccoli nei indelebili che serviranno come riferimenti ogni volta che farò la radio) e poi mi hanno detto: "ok Anna Lisa, puoi andare. In oncologia non ci sono letti disponibili per il momento e il tuo piano terapeutico non è pronto. Ti chiamamo noi."

Ho recuperato le mie carabattole, i bagagli della mamy, abbiamo riconsegnato la chiave della stanza e abbiamo riscavallato l'appennino.

Domattina vado a Viareggio con la mamy (a casa dello zio di Qualcuno) e ci rimango finché non mi chiamano. Credo sia l'unico modo per mantenere la calma.
Se passate da quelle parti fate un fischio che si festeggia il risultato della biopsia.


37 commenti

Valigia pronta!

Beauty case, qualche pigiama, calzini, intimo, vestaglia, ciabatte, trucchi (avrò sicuramente un'aria un po' sbattuta da camuffare).

Pc portatile con web cam per skype, caricabatterie per pc, aifò, caricabatterie per aifò, chiavina internet, pennina usb, lettore dvd portatile, caricabatterie  per lettore dvd (mi manca solo una parabola da attaccare al letto poi ho tutto!).

Una decina di libri, una rivista, la settimana enigmistica, carta e penna, i tappi per gli orecchi, una lucina per leggere anche di notte, la collanina che mi ha regalato Qualcuno, la foto di Ale, i braccialetti che mi hanno regalato le mie amiche Babybaby e Dany, l'orologio che mi ha regalato la mamy, la collanina che mi hanno regalato i genitori di Qualcuno, un portachiavi che mi ha regalato la dottoressa ElleElle, la borsa che mi ha regalato Bustavuota.

I miei biscotti preferiti, la marmellata fatta dalla mamma di Qualcuno, il mio miele.

Mmm… non dovrebbe mancarmi niente, voi che dite?

Come? Ah, dove vado?
Domattina mi ricoverano a Modena per cominciare la radioterapia.
Quanto tempo starò lì?
Non mi è ancora dato saperlo.
Quanto mi girano?
Tanto, tantissimo. Speravo veramente di poter fare la terapia da esterna, ma non si può: la radio sarà localizzata in un punto vicino al cuore, ai polmoni, al midollo… per cui devono tenermi sotto controllo e, per di più, si prevede un aumento del sintomo, ovvero mi verrà un'asma da far paura.
Ganzo.
Troppo ganzo.
Ganzissimo.

Ma una cosa è certa: se non mi fanno vedere I Cesaroni pianto un casino!