Ho il cancro. Il blog di una malata coccolata, viziata, amata, fortunata

30 commenti

Lunedì son stata a Modena, as usual.

Alle 10 prelievo, alle 13 mi chiama il dottor Benji (già dottor Ben) per la visita.
Mi accomodo nel suo ambulatorio e mi chiede il resoconto di tossicità e disturbi vari.
Poi mi visita.
"Anna Lisa io la vorrei ricoverare"
"Ah"
"Eh sì. E' vero che dalla tac che ha fatto lunedì si evince che la malattia è invariata, ma il quadro polmonare è, all'esame obiettivo, alquanto compromesso. Dobbiamo fare degli accertamenti."
"Ok"
Poi ricontrolla le immagini della tac, poi pensa, poi rimugina, poi scrive al pc, poi ripensa… e alla fine mi fa: "Anzi no, non la ricovero. Le faccio fare una lastra al torace, codice rosso. Appena abbiamo le immagini della lastra e il risultato del prelievo di stamani, decidiamo il da farsi."
"Ok, vado."

E con la richiesta per la lastra sono andata a farmi fare questa bella foto al mio torace (ganzo perché pur essendo un codice rosso sono arrivata in radiologia con le mie gambe e sorridendo!!!).
Fatta la lastra torno in oncologia. Dopo un'oretta mi richiama Benji nel suo studio.
"Anna Lisa, dalla lastra non emerge niente di nuovo. Facciamo così: continui con l'antistaminico la sera, l'aerosol due o tre volte il giorno e aumentiamo le dosi di cortisone del mattino. Al bisogno continui pure con la paracodina." (ma sì…)
"Ok. Ma la chemio di oggi?"
"E' troppo tardi per farla, sono le 16, non ci stiamo più con i tempi, torni domani"
Beh, certo, è comodo farsi 155 km per una lastra e poi tornare a casa e beccarsi 10km di coda sull'Appennino e stare due – e dico DUE – ore fermi in autostrada a leggere un libro seduta sul guard rail…

Quindi martedì mi sono ripresentata al DH di Modena.
A 'sto giro mi visitano il dottor Piach e la dottoressa Ten (che io preferisco mille volte a Benji).
Stesso discorso: all'esame obiettivo i miei bronchi sono ko, dalla lastra e dalla tac non risulta niente di nuovo.
Piach: "Anna Lisa, proviamo a rifare l'emogas"
Io: "Sapevo che oggi avrei vinto qualche cosa di ganzo!!!"

L'emogas, per chi non lo sapesse, è un prelievo di sangue da un'arteria. Le arterie, però, sono delle furbastre perché non solo non si vedono, ma se le sfiori con l'ago… loro si spostano, si nascondono!!! Quinidi non è così semplice trovarle!!! Per di più è un prelievo anche più dolorosetto rispetto a quello venoso.
Primo tentativo: la dottoressa Ten mi buca il polso destro, sta un po' lì a cercare, ma niente.
Secondo tentativo: la dottoressa Ten mi buca il polso sinistro, rufola un po', io sento male e niente.
Terzo tentativo: la dottoressa Ten riesce a sentire l'arteria femorale nel mio inguine e il dottor Piach buca. Emogas riuscito.
Nel frattempo che la dottoressa Ten porta ad analizzare l'emogas, il dottor Piach fa vedere la mia tac ad uno pneumologo, mentre io, tutta bucata e incerottata, aspetto e spero.
Passa un po' di tempo e poi…

Dottoressa Ten: "l'emogas è ok, tutto a posto"
Dottor Piach: "il consulto con lo pneumologo invece no. Anna Lisa DEVI fare la broncoscopia"
Io: "merda! C'è altro che posso vincere oggi?"
Dottor Piach: "Hai ragione Anna Lisa, non è una cosa simpatica, ma va fatta. Te la prenoto per venerdì mattina. Poi, se tutto è ok, fai anche l'infusione di chemio"
Io: "e la terapia di oggi?"
Piach: "gli esami del sangue che hai fatto ieri evidenziano una ipertransaminasemia G3 per cui non fai i due chemioteapici, ma fai solo il farmaco sperimentale. Anche perché non possiamo rischiare che venerdì tu arrivi qua piastrinopenica o neutropenica visto che dovrai fare la bronco."
Io: "tutto chiaro. E per l'asma, la tosse, il broncospasmo?"
Piach: "cortisone la mattina, antistaminico la sera, aerosol con cortisone due o tre volte al giorno, paracodina al bisogno e ora ti segno anche una pompetta per l'asma: un paio di puf la mattina e un paio la sera"
Io: "sa quanti puf dico durante il giorno?!?!"
Ringrazio e esco.

Verso le due faccio la "corta" (la terapia che dura un'ora), poi il lavaggio della presa USB e poi via, pronta per andare a casa!

Dottoressa Ten: "Anna Lisa?!?!"
Io: "sì?"
Ten: "hai vinto anche un elettrocardiogramma!"

Morale della favola: son tornata a casa tardissimo anche ieri, l'asma non passa, la tosse nemmeno, ho una voce da trans e fra due giorni mi infilano un tubo nei bronchi.
Inutile che stia a descrivere e quantificare il mio nervosismo, vero?

Annunci

30 thoughts on “

  1. Venerdì pregherò tanto. Ti abbraccio forte, lo senti eh, che ti sono vicina???

  2. Non ti lascio nemmeno per un istante e ti penso forte, penso che ti stringerò la mano venerdì e poi ti farò una carezza sulla fronte.Tieni duro Anna Lisa, io sono con te.Gin

  3. No…credo che nessuna di noi abbia  intenzione di lasciarti nemmeno per un secondo tesoro……Ti penso sempre.Un bacione -one-one-.

  4. E con questo si spiega perchè ad un certo punto dell'evoluzione della lingua italiana i "malati" sono diventati "pazienti".Ce ne vuole di pazienza per sopportare la malattia, le terapie, gli esami. E qualche volta anche per sopportare i medici.Un abbraccio grande grande!

  5. Annina,è una sfida continua…una sfida alla pazienza, alla resistenza, alla voglia di combattere, ai tempi lunghi che sembrano non passare mai!

    Però tu le sfide sai affrontarle! Le affronti con grinta, con coraggio…incazzosa (come dico io!!!) e non ti fai mettere i piedi in testa, proprio no!!!! So quanto sia doloroso l'emogas e so quanto sia insopportabile fare la "groviera" della situazione mentre gli altri "rovistano" nei tuoi polsi alla ricerca di qualcosa…ma tu sei ganza…e ce la farai, ce la farai anche con la broncoscopia e poi potrai dire davvero "puf" a tutti!!Noi, come ti ho già scritto (ma lo sai che i prof son pedanti e ripetitivi sempre!!), ci siamo e ti siamo tutti vicini!!!! Venerdì pregherò per te…e ti stringerò forte forte col mio pensiero…Resisti, resisti e non mollare…la bestiaccia maledetta è forte, ma tu lo sei di più…non dimenticarlo mai!!Ti stringo…La Prof

  6. eh sì…. che siamo tutti con te….tutti, proprio tutti!Ok…mi hai anche assegnato i compiti per venerdì…..penserò intensamente a te…..e credimi….la mia giornata sarà tutta, tutta per te….e stai tranquilla che tutti ti daremo la manina quando ti farai la broncospia… non te ne accorgerai neanche….Un abbraccio forte forte…..Il tuoA.

  7. Io ci sono!Vedo che il tuo umore, al di là di tutto, è un pò risalito dal tuo ultimo post!Continuiamo con le preghiere, qualcosa di buono succederà per forza prima o poi!!!

  8. in bocca al bronc..volevo di dire al lupo..tesoro che dire, questo post mi fa incazzare un pò con la vita, ma giusto un pò..ma tu ce la farai …oh sì..

  9. non sai quante volte clicco su "commenta" e poi subito dopo lascio perdere, perchè mi sembra futile qualsiasi parola….in effetti non ci sono parole che possanno troncare questo dolore, ma sicuramente sentire la vicinanza di tante persone che ti seguono, ti pensano e ti amano può far bene…. quindi anche solo ricordarti che siamo tutti con te a fare il itfo solo ed esclusivamente per te in questa dura lotta contro la malattia, magari ti può regalare un sorriso.ricordati una cosa….quella disgraziata sta vincendo delle sfide, ma mai e ripeto MAI le permetteremo di vincere la guerra finale…ora sei sifnita, lo so…ma c'è la luce…infondo…debole…ma c'è….questo tunnel finirà e ritornerai alla tua VITALM

  10. Leggendo su FB che avevi vinto un sacco di cose, immaginavo che ti avessero tartassato ben benino. Ma tu, come sempre, vuoi strafare, e così hai fatto una super vincita. Ma ti devo anche tirare un po' le orecchie: ti pare fare avanti e indietro sull'appennino per due giorni consecutivi? Non puoi prendere in considerazione di fermarti da me? C'è posto per tutti. E il posto che non c'è lo creiamo. Prometti, piccina, che la prossima volta prendi in mano il telefono e mi dici, semplicemente, stasera siamo in due, tre, quattro… ecco, foste in dieci dovrei un po' organizzarmi… . Puoi farlo anche con la voce da trans, bella sensuale.Intanto venerdì avrai tutti i nostri pensieri puntati addosso, così non ti accorgerai nemmeno della broncoschifezza.A presto, bimba bella. Milva 

  11. mmm… questa raccolta premi non mi piace nemmeno un pò! ed il nervosismo è la reazione minima che tu possa avere, anche se poi so che celi il tutto dietro i tuoi sorrisi Durbans.Concretamente cosa posso fare? Nulla.E allora lascerò che sia il muo cuore a fare ciò che non ci è concesso: ti mando i miei abbracci, ti penso sempre e prego, prego ogni giorno per te.Sta tranquilla piccina, non sei sola.

  12. arrivo un po' in ritardo forse…pero' t penso sempre e lo faro' anche venerdi't abbraccioIrenA

  13. Uddio, quanti premi tutti in un giorno!!! Ora però basta, eh?La paracodina la prendevo anch'io, anni fa, per la tosse: è tipo droga, parevo davvero tossica.Però funzionava, c'è da dire questo.Coraggio, aspettiamo altre notizie.

  14. Ma qua teniamo gli striscioni alti per te, e facciamo la ola, e venerdì ti arriveranno un sacco di "good vibrations" anche dall'altra parte del mare. E tu vincerai, noi lo sappiamo 🙂

  15. Noi siamo tutte qui bambina, a fare il tifo per te. Sei nei nostri pensieri, nei nostri cuori, nelle nostre preghiere. Noi siamo qui, ma i nostri cuori sono sempre lì accanto a te. Forza, non ti arrendere. Appoggiati al nostro amore e non cedere mai. 

  16. ogni giorni nei pensieri di tante persone, dajeeeeeeee

  17. presente!insieme a tutti gli altri, a farti sentire che non sei sola..e venerdì a far volare il tempo a quella xxx della broncosticaxx!!ti abbraccioChiara

  18. Eccomi, sono qui anch'io.E domani sarò lì con te, a stringerti la mano.FORZA amica mia, se non ti basta la tua (ed è legittimo) usa quella di tutti noi che ti vogliamo bene.FORZA, cazzo.

  19. Ci sono anche io!!!!Domani ti penserò tanto tanto ….. dai piccina!!!Un abbraccio enorme

  20. Vengo anch'io domani…un bel respiro,tutti noi vicino a te a sostenerti e via…finira' e passera' anche questa.Tu concentrati sulle cose belle,ce ne sono ancora tante tante davanti a te.PaT

  21. Letto il blog tutto di un fiato.Presente, e una mano delicata sulla spalla.sa30a

  22. Ti stringo e ti cullo: tu ti rassereni e diventi una belva. Feroce e senza pietà. Perchè non ci deve essere pietà, per l'infame e schifosa malattia che non ha avuto, e continua a non avere, pietà.Coraggio.Fiordistella

  23. Ti stringo e ti cullo: tu ti rassereni e diventi una belva. Feroce e senza pietà. Perchè non bisogna avere pietà di una malattia infame e schifosa che non ha avuto, e continua a non avere, pietà.Coraggio.Fiordistella

  24. Ho stampato la tua foto, quella di quel giorno a pesca, è sulla mia scrivania, domani tutto il mio ufficio ed io verremo con te.Federica 

  25. e non ci facciamo mancare niente, che non si dica!ti bacio e il resto lo sai (ps. anche io ogni 3 mesi ho delle crisi di asma/tosse che fanno pensare al peggio del peggio e poi non è mai un cazzo, ecco spero che sia così anche domani per te, ok? magari è uno stronzo effetto collaterale fantasma, va a sapé)

  26. te lo ripeto se hai bisogno puoi fermarti a casa mia a Parma. non mi piace saperti sull'autostrada in coda…mandami un email se posso esserti utile. niceug

  27. ……ma non ti fan mancare proprio nulla è!incrocicchio tutto per te e ti mando un abbraccione.smuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuakkette!

  28. Le cose o si fanno bene o si fa a meno di farle, no?Ti abbraccio e in bocca al lupo!

  29. col cuore lì con te domanipaola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...