Ho il cancro. Il blog di una malata coccolata, viziata, amata, fortunata

Week-end ROMAntico…

30 commenti

Solitamente, il giorno prima della chemio mi girano parecchio le scatole.
Sì.
Perché so che dal giorno dopo si ricomincia con vomito, nausea, astenia, febbre, dolori e giornate passate a letto a farsi accudire.
Ma oggi me ne frego e non ci penso.
Ho talmente fatto una mega scorpacciata di forti e piacevoli emozioni nel week-end, che adesso mi sento forte e capace di affrontare anche quest'altro giro di chemio.

Sono stata a Roma con "Qualcuno" sabato e domenica.
Volevamo visitare la tomba di Giovanni Paolo II in San Pietro e l'abbiamo fatto.
Volevamo pranzare in un posto caratteristico e Borgo Pio ha saputo accontentarci.
Volevamo cenare in Trastevere con le mie amiche cancer bloggers e i loro fidanzati/mariti e l'abbiamo fatto.
Voelvamo una notte romantica tutta per noi e l'abbiamo avuta.
Volevamo partecipare alla Race for the Cure con le mie amiche e anche se non abbiamo corso, non abbiamo camminato… c'eravamo!

Volevamo tutto questo, è vero, ma abbiamo avuto molto, molto di più.
Abbiamo ricevuto l'affetto, le premure, le attenzioni, gli abbracci di Wide, Rosie, Giorgia, Romina e dei loro fidanzati/mariti.
Ci hanno accolto come fratelli/sorelle.
Sento ancora forte il brivido nel rivedere tutte loro e nel conoscere Romina.
La gioia che ho provato è indescrivibile.
Perché anche se ci vediamo una volta l'anno, c'è un forte legame fra di noi. E non serve esprimerlo con le parole, non serve parlarne fra di noi e ricordarcelo, no, perché lo sentiamo. Tutte noi avvertiamo questo filo che ci lega, ci tiene unite, nonstante la distanza, nonostante gli intoppi e le difficoltà della vita quotidiana di tutte.
Noi ci capiamo, noi ci confrontiamo, noi ci vogliamo bene.
E di quel bene sono ancora completamente circondata. E quel bene mi accompagnerà anche domani a fare la chemio. Sì, io domani non sarò sola su quella poltrona con l'ago infilato nell'antitaccheggio. Domani per me sarà come fare la chemio su una panchina di Trastevere, coccolata dalle premure di mamma Giorgia, capita da un semplice  sguardo d'intesa e da una stritolata di Wide, abbraciata dalla dolcezza di Rosie e accarezzata dallo sguardo di Romina.
Capite che cosa vuol dire essere una malata fortunata?

Annunci

30 thoughts on “Week-end ROMAntico…

  1. Sei piena di vita, sei fantastica, ti sono vicina,  ti voglio bene!

    sabri

  2. confessa, vi siete messe d'accordo per farmi piangere come un vitello oggi, tra te e ziacris!
    domani sono con te, siamo con te, sempre. e si. siamo fortunate, niente ci potrà mai togliere questo amore che è la nostra forza. ti stritolo un altro po' 😉

  3. ..continuo a leggerti e a ricaricarmi del tuo coraggio. Come sempre ti tengo nei miei pensieri e nelle mie preghierine. Questo per me è periodo di esami, mi sono ritrovata a fare scritti e orali pensando che lo sforzo che sto sostenendo (infinitesimale rispetto alle vostre fatiche) lo stavo facendo anche per te. Perchè mi insegni ogni giorno il coraggio e il sorriso. E allora su quella panchina accanto a te ci sono un po' anch'io. Che ti arrivi il mio pensiero come una folata di vento leggero, rigenerante, in un caldo pomeriggio d'estate..
    Grazie :-*
    Chiara*

  4. Che bello quel  "noi ci vogliamo bene", quasi quasi me lo faccio tatuare su una spalla, su un polso, è così vero che mi arriva fino dentro al cuore.
    Un grazie anche per questo bellissimo post!! 

  5. Sei molto fortunata, siamo molto fortunate. Io, a questo giro, sono anche un po' invidiosa, ma un'invidia affettuosa. Milva (con la lacrimuccia)

  6. Quanto mi rende felice leggere queste cose 🙂

  7. mamma Giorgia domani sarà lì con te, è proprio vero  ti vogliamo bene, ma tanto
    Giorgia

  8. la vostra armonia è magia anche per chi vi vuol bene …
    e fa il tifo per tutte voi 

  9. ups… 
    firmato ziajaca 

  10. Ho cominciato a seguire le tue giornate grazie alla Stampa….quando qualcosa non và nelle mie banali giornate penso alla tua lotta…..e mi dico ma cosa sono i miei problemi?….NULLA…..Notte Giovanni,

  11. Domani sarò con te con il pensiero e con una preghiera. Un abbraccio grande, grande.
    Dany50

  12. Siamo andate alla nostra chiesa di maria Ausiliatrice, io e la mia mamma , il 24 maggio. Le ho chiesto di andare insieme per pregare in due, più forte, per pregare per te. Mi ha ricordato quando ci andavo da sola, perchè era la mia mamma ad avere una bestiaccia allora. Lei sta bene, da tanti anni. Spero che la mia e la sua preghiera, quella di chi con la bestiaccia ha anche avuto esperienza, arrivi fino al cuore del Cielo, per te Anna Lisa.
    Ti abbraccio. Forte.

    Ali

  13. Mi basterbbe avere solo un pochino del tuo corraggio e della tua forza per aiutare la mia mamma che da cinque anni combatte con la bestiaccia come te..ti adoro e ti sono vicina..

  14. Annalisa sei semplicemente fantastica! Io non so davvero come tu riesca ad essere cosi solare,vitale,ironica,grata,riconoscente nei confronti della vita,nonostante le durissima prova che stai vivendo!!! Te l’hanno gia’ detto 2000 persone, ma voglio dirtelo anche io… SEI DAVVERO SPECIALE!!! e mi vergogno della mia piccolezza! Mi lamento sempre, sempre mille paturnie, non sono mai contenta al 100%, manca sempre qualcosa …!! E a volte leggendoti mi sento davvero piccola piccola!!! E che dire della vostra Amicizia? e’ da vero invidiabile!;) !!! Ti penso spesso e mi unisco al “tifo da stadio” x te!!!! Anzi x voi che siete davvero delle Grandi Donne!!!
    Un abbraccio da una tua ammiratrice segreta (una delle tante) che ti legge sempre, ti pensa ma … Trova solo oggi il coraggio di scriverti! Simona

  15. P.s sono felicissima che tu abbia trascorso un magnifico weekend!!!!!
    Simona 🙂
    P.p.s: quanto mi piacerebbe conoscerti ….!!!!!!

  16. Io non so neanche cosa dire, come sempre.
    Sono commossa. Onorata.
    Sai qual è uno dei motivi per cui anche io sono stata una malata fortunata?
    Perchè era una strada che mi avrebbe portato a te e alle altre.
    E allora è stata una sofferenza che ha avuto un senso, uno scopo e un valore.
    Si, sono su quella poltroncina con te. E sono sul letto accanto a te quando non stai bene. E di nuovo, quando di nuovo condivideremo qualcosa di un pò più goliardico, io sarò ancora lì.
    Grazie di cuore….

    Romina

  17. Cara Anna Lisa,
    domani sulla panchina di Trastevere, accarezzata da un bel ponentino, respirando il profumo della primavera romana, nel tepore della giornata… non ci saranno solo le tue meravigliose e speciali amiche.
    ci saremo tanti, tanti di noi, a tenerti la mano.
    un abbraccio forte!
    Clelia

  18. Ciao
    Anna Lisa meriti tutto l'affetto del mondo; il tuo blog è un inno alla vita.
    La malattia, le cure (in bocca al lupo per oggi) non hanno minimamente scalfito il tuo entusiasmo, la tua gioia di vivere, di sorridere e di fare sorridere.
    Come lettrice e frequentatrice del blog, posso assicurarti che dai tanto a ogni persona che si sofferma a leggere ciò che scrivi.
    Lasciare un commento, mandare una e-mail, a volte, almeno per me, è motivo di imbarazzo, perché sono consapevole che ciò che posso regalarti, a livello emozionale, è infinitamente poco, rispetto a ciò che resta a me dopo avere letto gli aggiornamenti del blog.
    Un abbraccio fortissimo.
    Palma

  19. Forza forza forza. Domani quando sarai lì a fare la chemio (ma senti, ti puoi portare il computer con internet? sennò ti consiglio una serie di siti poco conosciuti che potrebbero tenerti compagnia) pensa a queste giornate passate. Pensa a quello che farai nelle prossimo giornate libere da sintomi e disturbi. Pensa alle cose belle che hai ancora in programma e organizza bene il tutto. Sono sicura che domani passerà più in fretta. Un abbraccione. Franci

  20. Sei veramente una persona straordinaria AnnastaccatoLisa,!!! ….vicino a te e alla tua meravigliosa mamy ci sarò anche io… un abbraccio

    Sivia N

  21. E' avanzata una fetta della meravigliosa torta fatta preparare da Romina? 😉
    >

  22. Probabilmente possiamo capire in parte quello che provi, ma è sufficiente per renderci conto di quanto poche parole e gesti siano immensamente importanti nel quotidiano.
    Un abbraccio e oggi ti penserò.
    Sarah

  23. giusto stamattina ti pensavo…quindi senza aver letto ero lì anch'io con te
    un abbraccio ad una meraviglia di donna

  24. domani non ti lascerò un attimo, saremo tantissimi vicino a te, con un bene immenso!!
    bacio bacio
    pami

  25. Tu hai trovato il vero tesoro anna lisa.
    La comunione che niente e nessuno può rubare. E che è la vera ricchezza della vita, che neanche la salute può dare.
    C' è un canto molto bello, lo conosci? che dice proprio
    "Chi ci separerà?….."
    Chi ci separerà dal Suo Amore?
    La tribolazione? Forse la spada?
    Né morte o vita ci separerà
     dall’amore in Cristo Signore.

    Chi ci separerà  dalla Sua Pace?
    La persecuzione? Forse il dolore?
    Nessun potere ci separerà da Colui che è morto per noi.

    Chi ci separerà dalla Sua Gioia?
    Chi potrà strapparci il Suo perdono?
    Nessuno al mondo ci allontanerà dalla Vita in Cristo Signore.

    Tu Lo sai trovare in ogni situazione e in ogni persona, Lo vedi in ogni istante che ti viene incontro nelle persone, nelle parole, nelle situazioni che ti dona per farti sentire che sei amata.
    Se la malattia ti ha portato a questa coscienza, non hai certo sofferto invano.
    ti penso sempre e perdonami se qualcuna di queste parola di ti ha urtato per motivi che la mia piccolezza ha trascurato
    un abbraccio da varese

  26. io ci sono sewmpre, con la mia paura di disturbare, ma ci sono sempre..mi raccomando vediamo di vederci anche a luglio, ma ti e vi aspetto a settembre per la Race di Bologna

  27. Ma come si fa, come si fa, dico io a non volerti bene anche a distanza e solo virtualmente. Anche dientro lo schermo di un pc tu arrivi dritta dritta al cuore.
    Un abbraccissimo
    4 p

  28. ANNA LISA, TI ABBRACCIO CON TANTO AFFETTO.
    ARCOBALENO, OVVERO ANNAROSA

  29. Solo poche ore fa Anna staccato Lisa ti ho conosciuta, grazie ad una cara collega che, oggi mi ha raccontato la tua storia, il tuo coraggio, le tue lotte ed il tuo grande stato d'animo!
    Più la mia collega procedeva con il racconto più i brividi mi attraversavano la schiena: mi sentivo una persona inutile ed egoista, insomma…una persona a cui piace lamentarsi per il semplice fatto di farlo..per noia… Mi facevo schifo!
    Questa sera, subito dopo lavoro mi sono precipitata al pc ed ho iniziato a sfagliare le pagine del tuo blog. Senza parole! A volte sorridevo a tratti un groppo mi stringeva la gola.
    Sono arrivata da Lourdes una settimana fa, purtroppo ancora non sapevo di te e non ti ho dedicato alcuna preghiera, ma ho pregato la "mia Madonnina"  di proteggere ed aiutare tutte le persone che stanno soffrendo ad al quale manca una vita normale . Oggi il mio primo pensiero è proprio andato a quelle preghiere, diciamo così "lasciate sospese", spero che la "Madonnina" le destini a te, che ti allegeriscano un po' questi giorni di dolore fisico e che ti diano la forza per continuare ad essere la persona speciale che sei.
    Con affetto!
    Elisa B.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...